Ellin Selae

Bimestrale illustrato di pensieri, tracce, armonie e disarmonie umane

             

La rivista letteraria Ellin Selae è stata fondata nel 1991, e da allora esce regolarmente con frequenza bimestrale.

 

Come vedrai fra poco, Ellin Selae ha una particolare caratteristica che la rende una rivista UNICA AL MONDO e, soprattutto, una rivista di grandissimo pregio artistico.

 

Pensata come un libro, vuole essere compagna brillante per chi ama leggere; strumento prezioso (con le sue molte rubriche) per chi ama scrivere; rivelatrice di nuovi punti di vista su questioni d'attualità e critica sociale, sempre con un occhio di riguardo alla civiltà let­teraria.

Ha un discreto effetto “demassificante” essendo molto severa verso i copioni sociali di stampo consumisti, l’omologazione del pensiero, le tendenze modaiole, la mercificazione della cultura e la scrittura che sa troppo di cinema, fumetti, e tv.

Come è nella tradizione delle migliori riviste letterarie di progetto, anche Ellin Selae è stata per molti autori esordienti la porta d'ingresso nel mondo editoriale.

 

Di fatto è una enciclopedia letteraria "in divenire": ogni numero è un volume di circa 100 pagine che non diventa 'vecchio' con l’uscita del numero successivo o il passare del tempo, ma lo si può leggere o rileggere anche a molti anni dalla sua uscita. Affinché la si possa sfogliare e apprezzare "con gli occhi", prima che con la mente, è ricchissima di illustrazioni riprese dalla stampa antica di tutto il mondo, come i lunari e gli almanacchi popolari di una volta.

 

…Ma oltre a tutto questo c'è qualcosa di importante che forse non tutti sanno e che rende l'espe­rienza di Ellin Selae unica in Italia e, per quanto ne sappiamo, anche al mondo. Se vuoi saperne di più clicca QUI.

Qui sotto trovi riunite in voci indipendenti molte pagine di approfondimento, ulteriori notizie su Ellin Selae e, soprattutto, delle strepitose offerte (alcune delle quali accessibili solo da questo sito).

 

*  Qui ci sono gli indici degli ultimi numeri

*  UN ANNO DI ELLIN SELAE A 13 EURO!! Sfrutta questa opportunità prima che ci torni il buon senso…

*  Qui c’è invece una offerta promozionale ancora più strepitosa!

*  Se invece vuoi vedere la redazione di Ellin Selae, ovvero quelli che fanno tutto il lavoro, CLICCA QUI.

*  Altre notizie su Ellin Selae le puoi trovare QUI.

*  Scheda riepilogativa ad uso di chi vuole sapere tutto in poco tempo…

*  Se sei uno scrittore e stai pensando di inviarci qualche tuo lavoro, prima leggi QUI …e anche QUI.

NOTA IMPORTANTE PER GLI AUTORI che decidono di proporci i loro scritti!! (da leggere con attenzione prima di spedirceli)

1) La pubblicazione su Ellin Selae è libera e NON retribuita.

2) La Redazione non ha alcun obbligo verso gli Autori e viceversa.

L’Autore che invia i propri testi alla Redazione si intende che abbia accettato i punti 1 e 2.

 

 

 

 

COME LEGGERE REGOLARMENTE ELLIN SELAE

ELLIN SELAE si riceve su abbonamento effettuando un versamento di 40,00 euro sul conto corrente postale n. 11930120 intestato a Ellin Selae. Se non ti va di andare in posta e vuoi attivare l’abbonamento direttamente, o solo per avere maggiori informazioni, mettiti in contatto con la redazione: trovi tutti i recapiti nella pagina INFORMAZIONI.

 

*   *   *   *

*   *   *

*   *

*

 

…Nel corso degli anni di Ellin Selae hanno detto:

 

 

«Chi ha a noia le riviste normali sfoglierà con piacere Ellin Selae. (...) Una curiosa rivista letteraria che stimola l'attenzione del lettore alla ricerca di opere non convenzionali...»  (Lucio Caracciolo, L'Espresso)

 

«...Una rivista unica e imperdibile.»" (Francesco Galdieri, Il Mattino)

 

«...Rivista da scoprire per originalità, anticonformismo delle scelte, attenzione ai particolari e alle no­vità…» (La Stampa)

 

«Ellin Selae è decisamente una rivista fuori dai canoni un po' austeri di buona parte dei periodici letterari nazionali...» (Fabio Simonelli, Poesia)

 

«Nella pioggia, quando una pletora di riviste e rivistuncole che proliferano nel Paese che è ancora -incre­dibile a dirsi- fatto di poeti, spicca, per coerente distinzione Ellin Selae (...). Rivista di raro gusto e  di onnivora curiosità Ellin Selae ha persino il vezzo di offrire, in ogni numero, delle pagine realizzate -a cera, con acque­relli, a pastello- da artisti più diversi: altro che videocassette porno o magazine colorati, come usano quotidiani e settimanali della disinformazione organizzata..».  (Carlo Martinelli, Alto Adige).

 

 

…Non importa cosa fate nella vita,

Ellin Selae vi terrà compagnia sempre e ovunque!

 

Ivo, muratore

 

 

Luca Mercalli, meteorologo

 

 

Walter Rodriguez, cooperatore internazionale argentino (foto scattata in Congo)

 

 

 

Vinicio Capossela tiene Ellin Selae vicino al suo cuore!

 

 

Michele, musicista

 

 

Federico nella valle del Kumbu, al campo base dell’Everest

(con le 2 copie di Ellin Selae che si trovano nella biblioteca della Piramide CNR ITALIA)

 

 

Forno crematorio di Mauthausen. L'Angelo di Ellin Selae è stato portato lì,

insieme ai ricordi di coloro che furono sterminati dalla follia nazista.

I poeti e gli artisti furono fra i primi a venire gassati...

 

A A Pune, in India

 

Riccardo e Francesca, giovani lettori

 

 

Irene, ricercatrice (foto scattata in Kashmir)

 

 

Elena e Marta, panificatrici

 

 

Liborio, viticultore

 

 

Marcello Baraghini, editore di Stampa Alternativa

 

 

Pierre Tchakhotine (“Ciacutìn”), pittore russo

 

Franco e Fabrizio, ciclisti

 

Tino e Mariuccia, pensionati

 

 

Sabine, ceramista tedesca

 

 

Edo, ingegnere (foto scattata in Ladakh)

 

 

 Matteo, portiere di notte

 

Roberto, contadino... che dimostra cosa significa avere in testa solo Ellin Selae!

 

Dante, lettore volante

 

 

 

«...Ricordo che a un'altra lezione disse che non avrebbe menzionato alcuna delle riviste ad alta diffusione, se non per farsene beffe. Aveva portato una pila di "piccole" riviste, i trimestrali letterari, e ci disse di leggere quanto quelle riviste avevano pubblicato.

Ci disse che vi si pubblicava la miglior narrativa del Paese e tutta la poesia...

Ci diede una lista delle piccole riviste che pensava valessero qualcosa, poi ripassò la lista con noi e parlò un poco di ciascuna rivista. Nessuno di noi aveva mai sentito parlare di quelle riviste. Era la prima volta che venivo a sapere della loro stessa esistenza.»

 

Raymond Carver