Franco Del Moro

 

SILENTI ED ERETICI al tempo del Covid

Il potere ha bisogno di ingranaggi, il mondo di persone autentiche

 

Postfazione di Francesco Schellino

 

(pp. 200 – 16,00 euro – ISBN   978-88-89621-29-5)

 

 

* QUI trovi i recapiti per ordinare il libro

 

 

Viviamo in un mondo in cui una piccola élite di uomini troppo ricchi e potenti può bloccare intere Nazioni dal giorno alla notte, con pretesti creati ad hoc.

La loro è una visione del mondo distorta, ambigua e contraffatta.

 

È necessario uno sforzo di volontà per sfuggire allo stato di ipnosi nel quale ci mantengono soffiando ogni giorno sul fuoco della paura e della malattia.

Al punto in cui siamo è fondamentale, per affrontare con fiducia l'avvenire, rompere l'incantesimo e uscire dalla prigione psicologica, spirituale e tecnomorfa dentro cui ci vogliono tenere rinchiusi.

 

 

 

Non facciamo il loro gioco.

Salviamoci in un modo che non se l’aspettano:

diventando migliori di loro

 

 

   *   *   *

 

Attingendo alle lezioni della storia e della filosofia, Franco Del Moro analizza gli aspetti in filigrana legati alla vicenda Covid con l'obiettivo di risvegliare una coscienza critica necessaria per evitare le molte insidie della nuova propaganda e affrontare con più consapevolezza il corso degli eventi.

 

In appendice uno studio dettagliato di Francesco Schellino sulla reale portata dell'emergenza sanitaria e sulle sue macroscopiche contraddizioni.

 

*   *   *

 

Il Covid ha fatto irruzione sul palcoscenico del mondo innescando una serie di reazioni a catena che hanno coinvolto quasi tutti i campi dell'agire umano: la sanità, ovviamente, ma anche la politica, la cultura, l'economia, la filosofia e, non da ultimo, la religione.

 

Ha sfidato l'umanità civilizzata e messo individualmente le persone davanti a uno specchio nuovo che ha rivelato tanto i punti deboli della propria esistenza, quanto quelli dell'intera collettività.

Fra le istanze più inderogabili che la crisi ha portato a galla si è posta la necessità di un cambiamento, e l'avanzamento della crisi ha spinto - come ognuno di noi ha potuto sperimentare in prima persona - l'esistenza individuale ai confini di un possibile collasso o di una nuova presa di coscienza.

 

In ogni caso la confusione generale sollevata dall'incalzare degli eventi ci ha spinto alle soglie di una radicale trasformazione, da alcuni voluta, da altri temuta e osteggiata.

Questa trasformazione sembra comunque avere un obiettivo privilegiato: il controllo della popolazione promosso attraverso nuove forme di irreggimentazione, subdolamente definite 'necessarie' e 'inderogabili' ma che, se analizzate da vicino, rivelano aspetti e volontà poco chiari se non addirittura insidiosi.

 

Ma è davvero questo che le persone vogliono? Perché invece di parlare di "vecchia" e "nuova" normalità, non ci concentriamo su una normalità sana?

 

 

*   *   *

 

Dalla postfazione di Francesco Schellino:

 

«Quello che vediamo è un mondo in cui gli oppressi non si possono nemmeno più contare, in cui si muore di fame, di miseria, di disoccupazione senza che si muova un dito. E quando non si muore, si vive in una condizione che trascende verso il basso la dignità umana. Ogni principio etico che concepiva tutte le persone libere e uguali continua ad essere soffocato nel sangue degli innocenti, nel povero costretto ad ammazzare il povero per prendere a lui il pane.

Ma come si fa ad accettare di vivere in un mondo così?

Come si fa a sentire dalla gente che la crisi più grande del secolo sarebbe questo Coronavirus?

Come si fa ad essere così ipocriti senza sentirsi la propria coscienza urlare contro?

Come si fa a prestare la propria ubbidienza ad un potere che non ha alcuna intenzione di agire su questi temi sociali, ma piuttosto sfrutta questa situazione per metterli ancora più da parte?»

 

 

 

 

FRANCO DEL MORO, ha fondato nel 1991 la rivista letteraria Ellin Selae, che tuttora dirige e sulla quale scrive regolarmente.

Ha pubblicato con vari editori una quindicina di libri spaziando fra narrativa e saggistica.

Fra quelli inerenti i temi qui trattati e pubblicati da Ellin Selae, vanno segnalati: Cose che capitano e piccoli misteri; Riposare nel cuore della tempesta; I 3 veleni dell'Anima e i loro antidoti; Il Dubbio necessario; Codice celeste; Ultimo avviso prima del collasso; Non meno degli alberi e delle Stelle.

Oltre che scrittore è anche compositore e musicista; sempre con Ellin Selae ha pubblicato alcuni album di musica orchestrale e sinfonica: LUSOR DI LUNA Sinfonia dei Monti Pallidi; ORONAYE Sinfonia d'acqua; GARABANDAL Poema portafortuna; CHARMEINE PHILARMONIA 7 sinfonie per Angeli; ZUBENESCAMALI Sinfonia del Cielo e delle Stelle; ATHABASCAR Sinfonia contro le tenebre; SERENAKORO Sinfonia per un cuore sereno.

 

 TROVI QUI approfondimenti sulla sua musica.

 

 

 

 

 

 

 

Se il libro ti interessa e desideri riceverlo a casa, o vuoi sapere dove trovarlo, mettiti in contatto con la redazione di Ellin Selae (QUI trovi tutti i recapiti)

Se sei un lettore forte e questo non è l’unico titolo del nostro catalogo che ti interessa, allora prendi in considerazione QUESTA offerta.

 

 

 

 

 

Il disegno di Michela Genovesi per la copertina

 

 

 

 

*  TORNA ALLA HOME PAGE